L’arrivo di un gatto in casa

La scelta di accogliere un gatto nella propria casa deve essere accompagnata dalla consapevolezza delle esigenze etologiche dell’animale, del profilo individuale e delle spese economiche che questa decisione comporta.

Dobbiamo sfatare alcuni miti che accompagnano la figura del gatto.
E’ un animale sociale, può stare in gruppo così come da solo, tale scelta nasce dal tipo di relazione che instaura con un altro individuo, sia esso della stessa specie sia di un’altra (uomo, cane, bambino, ecc).

Gli piace ‘vivere in verticale’, amano guardare il mondo dall’alto, per cui ricavate un spazio solo per lui su librerie, tavoli, finestre e mensole in tutti gli ambienti della casa.

L’alimentazione deve essere equilibrata, ricordando che è un carnivoro stretto; il cibo deve essere sempre a disposizione, perché effettua dai 12 ai 14 piccoli pasti al giorno, inoltre è una buona pratica mettere diversi punti cibo in diverse aree della casa. Anche l’acqua deve essere sempre a disposizione, sono molto utili e gradevoli per il gatto le fontanelle dispensatrici d’acqua.

I gatti sono animali molto puliti, pertanto bisogna posizionare le lettiere lontane dai punti cibo, il numero delle cassette da sistemare segue tale formula: ‘numero gatti + 1’.

Il gatto è sia preda sia predatore. Il loro movimento è normalmente lento e fluido, di natura silenziosi e poco loquaci, normalmente amano essere accarezzati delicatamente. Rispettare e condividere questi comportamenti aiuta a creare una relazione basata sulla fiducia e rispetto reciproco.

Essendo un felino, gli artigli svolgono un ruolo molto importante nella vita di questo animale; è fortemente sconsigliato l’accorciamento dell’artiglio, salvo motivazioni di natura sanitaria, piuttosto è auspicabile arricchire l’ambiente di strumenti con cui possano affilarli e toelettarli.

Per evitare problematiche relative al disagio di una vita in appartamento è utile arricchire l’ambiente di giochi che stimolino le sue abilità cognitive, motorie e predatorie.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *